Il Servizio Ambiente e Sicurezza del Territorio della Provincia di Forlì-Cesena si occupa principalmente della tutela e della valorizzazione delle diverse matrici ambientali, operando attraverso l'elaborazione di strumenti di pianificazione di settore, rilascio di autorizzazioni ambientali integrate o settoriali, concessione di contributi, controlli, informazione, educazione e reporting.

L'obiettivo del Servizio è quello di governare le attività produttive di impatti per far si che nel territorio queste avvengano in modo ambientalmente sostenibile, nel rispetto della normativa di settore e degli indirizzi programmatici dell'assessorato. La struttura si occupa di numerose materie: difesa del suolo, tutela delle aree protette, gestione dei rifiuti, bonifiche, risorse energetiche, inquinamento acustico, risorse idriche, inquinamento atmosferico, protezione civile, attività estrattive, educazione ambientale ed è articolata in 10 Uffici elencati nel dettaglio nell'area CHI Siamo.

 

 

Direttiva 2010/75UE Emissioni Industriali Direttiva 2010/75UE Emissioni Industriali

D.Lgs. 152/06 e s.m.i. – Autorizzazione Integrata Ambientale – Adempimenti conseguenti alla entrata in vigore della Direttiva 2010/75/UE.

L'entrata in vigore della Direttiva 2010/75/UE, non ancora recepita dallo Stato Italiano, ma già direttamente applicabile in alcune sue parti, come evidenziato dalla Regione Emilia Romagna con comunicazione PG/2013/0236414 ha ampliato l'ambito di applicazione della normativa IPPC.

L'allegato 1 alla Direttiva 2010/75/UE inserisce, infatti, nuove categorie tra le quali nuove attività nel campo dei rifiuti, la produzione di pannelli a base di legno e la conservazione del legno con prodotti chimici, e il trattamento a gestione indipendente di acque reflue da impianti IPPC (non coperto dalla direttiva sul trattamento delle acque reflue urbane) e riformula altre categorie, in particolare la categoria numero 5 della gestione dei rifiuti e la categoria 6.4 del trattamento di materie prime animali o vegetali per la produzione di prodotti alimentari.

L'applicazione della Direttiva stessa, per i nuovi impianti è prevista a decorrere dal 7 luglio 2015.

Si sottolinea, infine, che ai sensi dell'art. 29-quater del D.Lgs. 152/06 la procedura di rilascio dell'AIA ha una durata di 150 giorni, 180 giorni in caso di richiesta di integrazioni.

 

Materiale Associato:

DIRETTIVA 2010/75/UE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO;

Prime indicazioni in merito alla Direttiva 2010/75/UE del Parlamento europeo e del Consiglio relativa alle emissioni industriali (prevenzione e riduzione integrate dell'inquinamento);

Allegato indicazioni Direttiva 2010/75/UE.

Scadenze Emissioni in atmosfera Scadenze Emissioni in atmosfera

31 dicembre 2015: scadenza per il rinnovo delle autorizzazioni alle emissioni in atmosfera 

I gestori degli stabilimenti che sono stati autorizzati ai sensi del DPR 203/88 in data successiva al 31 dicembre 1999 devono presentare entro il 31/12/2015 domanda di rinnovo dell'autorizzazione alle emissioni in atmosfera ai sensi dell'art. 281 comma 1 lettera c) del D.lgs. 152/06 e s.m.i. La mancata presentazione comporta la decadenza della precedente autorizzazione.

Oltre alle autorizzazioni che portano il riferimento al D.P.R. 203/88 devono presentare domanda anche i gestori di stabilimenti con autorizzazioni ai sensi del successivo D.lgs. 152/06 rilasciate a seguito di parziale aggiornamento o di semplice voltura della precedente autorizzazione ai sensi del D.P.R. 203/88.

Si ricorda che l'esercizio di un stabilimento in assenza della prescritta autorizzazione (o con autorizzazione decaduta) è punito con le sanzioni di cui all'art. 279 del D.Lgs. 152/06 e smi.

Per maggiori dettagli su tali scadenze e sulla modalità di presentazione delle domande consultare la comunicazione del 06/07/2015 di seguito riportata.

 

Per informazioni e chiarimenti è possibile rivolgersi a Cristian Silvestroni (0543-714452), Gabriele Landi (0543-714451) e Rita rasi (0543-714319) – ufficio_aria@provincia.fc.it.

Comunicazione Provincia del 06/07/2015

Link alla pagina "Modulistica" Emissioni in Atmosfera - Reti Energia 

utilizzazione agronomica effluenti allevamento utilizzazione agronomica effluenti allevamento